Categoria: Illustrazioni

Budapest POP-UP Book

pop

Livia Hasenstaub è una graphic designer di Budapest, Ungheria. Finisce gli studi di perfezionamento al MOME (Moholy-Nagy Università di Arte e Design di Budapest) e sperimenta attraverso forme geometriche e tipografia. Realizza questo libro pop-up con l’ obiettivo di utilizzare un modo semplice di piegare la carta, in combinazione con gli schemi classici. Crea qualcosa di semplice ma espressivo per aggiornare le forme convenzionali dei diagrammi. Attraverso le tre dimensioni rappresenta i dati riguardanti la sua città, Budapest, dalla popolazione, alla zona, fino ai dati riguardanti la fornitura di acqua naturale.

pop0Relazioni sulla popolazione fra l’Ungheria e Budapest
pop9Relazioni sulla popolazione nell’area dei distretti di Budapest: x= area y= popolazione
pop8Altezze di cinque colline dal più basso al più alto ( Buda )
pop6Approvvigionamento idrico di Budapest

 

Per conoscere altri lavori di questa giovane graphic designer, visitate il suo portfolio QUI

Christoph Niemann: I LEGO N.Y

leg1
Christoph Niemann, un illustratore pluripremiato, autore libri per bambini e un ex New Yorker, ha creato una serie di miniature di New York con i giocattoli LEGO di suo figlio. Ha poi pubblicato fotografie delle sue creazioni con didascalie scarabocchiati sul suo blog New York Times.
La chiave di Christoph LEGO Mocs (che è “le mie creazioni”, per quelli di voi che non conoscono il gergo LEGO) è la loro semplicità: ha catturato l’essenza di New York City – sia l’iconica (come l’Empire State Building LEGO) e il mondano (l’uomo in piedi su una piattaforma della metropolitana, con un ratto gigante che correva vicino ai piedi) in un minor numero di pezzi che si potrebbe pensare possibile.
Qui sono solo alcune delle collezioni intelligenti tratte dal libro (che dispone di tutte le creazioni originali di Christoph, oltre a 13 nuovi):

leg2

leg3

leg4

leg6

leg4

i-lego-ny
L’AUTORE
Le illustrazioni di Christoph Niemann sono apparse sulla copertina del New Yorker, Wired, The New York Times Magazine e American Illustration. È autore di diversi libri. Il suo lavoro ha ottenuto numerosi riconoscimenti dalla American Institute of Graphic Arts, l’Art Directors Club e American Illustration ..

 

Potete acquistare il libro su amazon.com

Insect Definer

ins1

Yael Cohen è un’ Interactive and Graphic Designer di Israele, realizza questa guida interattiva sugli insetti come applicazione per iPad, che permette la lettura del testo digitale. L’applicazione permetterà di esplorare e conoscere il mondo degli insetti in un nuovo modo interattivo. Il nucleo della app è la sua possibilità di ricerca, che utilizza i nuovi valori di ricerca che un libro stampato non può fornirci.

ins2

ins3

ins4

ins5

ins9

ins8

ins7

ins6

ins0

Fonte: behance.net

 

The Latex Thing

condoms_516006a04de24

Un’altra infografica fotografica da parte di Raj Kamal e del team The Digital Monkey, sul preservativo.
Gli antichi egizi possono aver usato guaine di lino, ma il primo uso verificabile di un preservativo come profilassi fu in Europa nel 1500, quando i preservativi erano fatti di vesciche di pesce e budella di pecore. Nel 1850 il preservativo di gomma è inventato.
Il lattice, che ha consentito guaine usa e getta, è venuto molto più tardi, nel 1930.Ora per la maggior parte dei preservativi, sono ancora realizzati con il 10%  in pelle o in poliuretano di pecora e il 90 % di lattice.
2013, La Bill e Melinda Gates Foundation elargiranno 100 mila dollari come contributo iniziale fino a 80 destinatari per sviluppare nuovi preservativi. Un ulteriore milione di dollari sarà successivamente reso disponibile per altri.

Ecco i dati:

– 15 miliardi di preservativi vengono prodotti a livello globale ogni anno
– 3 miliardi di preservativi sono prodotti in India ogni anno
– 22,9 % delle coppie sposate di Delhi utilizza il preservativo, oltre quattro volte la media nazionale
– 60% degli indiani segnala problemi con i preservativi che scivolano, data la lunghezza media del pene più piccola in India
– 20% è il tasso di fallimento del condom in India (un tasso anormalmente elevato)
– 75% di preservativi indiani finiscono per essere utilizzati da tessitori e fabbricanti di giocattoli (per proteggere le dita), e dai soldati (che li utilizzano per tenere i musi della pistola secchi)

Preservativi usati come metodo contraccettivo, per regione /% coppie:
29,1 % Europa
17,3 % Oceania
16,5 & Nord America
14,3 % America Latina
11,5 % Asia
8,0 % Africa

Tra il 60-66% di persone in Brasile usa il preservativo la “prima volta”, la % più alta
Tra il 25-28% dei giovani indonesiani usa il preservativo la “prima volta”, la % più bassa

Percentuale di ragazzi indiani e donne che riferiscono di aver iniziato con l’uso del preservativo: 7% donne 27% uomini

15% è il tasso di fallimento del preservativo con uso tipico

Un recente studio statunitense ha scoperto che l’uso del preservativo diminuisce con l’età:
60% : età 14 – 24
22%: età 25 – 39
15%: età 40 – 59
10%: età 60 +T

 

Fonte: flickr.com

Come si gioca con le statistiche

stat4

Kotryna Zukauskaite realizza questa serie di poster ironici sull’infografica.
Oggetti di carta fotografati nel 2010, presso Kingston University

stat6

stat5

stat3

stat2

stat1

Visit her website on behance.net

Tien-Min Liao: Illustrazioni di carta per promuovere Taiwan

Tien-Min è nata e cresciuta a Taipei, Taiwan. Dopo la laurea in pubblicità presso Chengchi National University in Taiwan, ha ottenuto la borsa di studio del Ministero della Pubblica Istruzione per promuovere la sua formazione al Pratt Institute.
“Ilha Formosa” (2011) non è solo un libro con una raccolta di carta-illustrazioni, ma anche un libro-infografica. Le illustrazioni tattili evidenziando varie informazioni su Taiwan, altrimenti conosciuto come Ilha Formosa, che significa bella isola in portoghese.
Questo set comprende la promozione di un libro, di un segnalibro e di un poster, ognuno dei quali è stato progettato per introdurre Taiwan.
Racconta: ” Quando sono arrivata negli Stati Uniti, ho notato che molte persone non conoscono la mia città natale Taiwan. Alcune persone, addirittura, non riconoscono la differenza tra Taiwan e la Thailandia, solo perché suonano allo stesso modo. Come designer, penso che dovrei fare qualcosa per promuovere questa bellissima isola.
Mi piacerebbe fare qualcosa di molto diverso dagli altri libri su Taiwan. Sicuramente non sarebbe una guida turistica, né un libro noioso. Dovrebbe essere interessante e casual, ma anche chiaro nel fornire le informazioni su Taiwan”

Tien-Min Liao Website

Sarah Illenberger: Billboard Campaign

billboard1

Abbiamo già parlato dell’artista berlinese Sarah Illenberger, in questa campagna di affissioni è interessante la scelta dei materiali che utilizza per comunicare i suoi dati. Possamo notare come gran parte dei suoi lavori funzionino ugualmente bene sia come opera d’arte sia come immagine pubblicitaria. I suoi lavori sono sempre visivamente interessanti, forti contettualmente e per la maggior parte creati a mano.

billboard10

billboard8

billboard9

billboard7

billboard6

billboard5

billboard2

billboard3

billboard4

Altri lavori qui.